Mappe catastali

La sezione raccoglie le copie microfilmate in bianco e nero dei catasti storici provenienti da tutti gli Archivi di Stato provinciali della regione Lombardia.
Si tratta di circa 250.000 fogli di mappa (riferiti a quasi 10.000 toponimi) relativi alle rilevazioni catastali decretate dalle varie amministrazioni statali che si sono susseguite sui territori lombardi dall'inizio del XVIII all'inizio del XX secolo, e precisamente:

Ricerca

Per effettuare ricerche tramite toponimo storico, toponimo attuale o codice ISTAT usa ricerca mappe.

Consultazione

La consultazione delle mappe su microfilm è possibile esclusivamente presso la Biblioteca Campus Leonardo - piano seminterrato, quella delle mappe già in formato digitale è possibile sia presso la Biblioteca Campus Leonardo, sia presso la Biblioteca Campus Durando.

Riproduzione

La riproduzione delle mappe è regolata da specifici accordi con ciascun Archivio di Stato provinciale. È possibile richiedere la riproduzione di un massimo di 10 fogli di mappa al giorno. Le riproduzioni di mappe in formato digitale vengono fornite in giornata, quelle su microfilm in una settimana circa. Le riproduzioni potranno essere fornite in formato digitale pdf o cartaceo A3 a seconda degli accordi stipulati con ciascun Archivio di Stato provinciale proprietario degli originali.

Catasti disponibili e suggerimenti di ricerca

I catasti presenti per il territorio del Comune di Milano sono: Teresiano, Lombardo-Veneto e Cessato.

Grazie agli accordi con l'Archivio di Stato di Milano la riproduzione delle mappe catastali avviene su supporto digitale, in formato pdf.
Il supporto digitale per il salvataggio dei file deve essere fornito dall'utente.

Consigli per la ricerca:

Per la ricerca di mappe relative al territorio dell'attuale Comune di Milano occorre tener presente che alle soglie dei vari catasti il territorio era suddiviso in:

  • Città di Milano, delimitata dalla cerchia delle mura spagnole
  • Corpi Santi, territorio a ridosso delle mura della città di Milano occupato da cascine e borghi che veniva riconosciuto come un'unica entità amministrativa detta appunto Comune dei Corpi Santi
  • Inoltre dopo il 1873, anno in cui i Corpi Santi furono annessi al Comune di Milano, una serie di altri comuni limitrofi (ad esempio Affori e Lambrate) sono stati via via inclusi nei confini comunali fino ad arrivare alla attuale delimitazione

Per ricerche che riguardano le zone interne ai confini dei Corpi Santi si consiglia di inserire "Corpi Santi" nel campo toponimo storico e "Milano" nel campo toponimo attuale; provare anche inserendo "Milano" sia nel campo toponimo storico, sia nel campo toponimo attuale per essere certi di includere tutte le possibili occorrenze.

Nelle ricerche che riguardano le zone di Milano esterne ai confini dei Corpi Santi è consigliabile individuare il toponimo storico della zona di interesse (es. Baggio) ed effettuare la ricerca usandolo come criterio.

Le mappe catastali di proprietà dell'Archivio di Stato di Milano riguardano i territori delle attuali province di Milano, Lodi e Monza-Brianza. I catasti presenti sono: Teresiano; Lombardo-Veneto; Cessato.

I catasti presenti per il territorio della Provincia di Bergamo sono: Teresiano; Napoleonico (per i toponimi che non hanno il Catasto Teresiano); Lombardo-Veneto; Cessato; sono presenti mappe senza data.

I catasti presenti per il territorio della Provincia di Brescia sono: Napoleonico; Lombardo-Veneto; Cessato.
I comuni Magasa (codice ISTAT 17098) e Valvestino (codice ISTAT 17194), attualmente in provincia di Brescia, non hanno mappe perché all'epoca delle rilevazioni catastali appartenevano ancora al Principato del Tirolo.

I catasti presenti per il territorio della Provincia di Como e di Lecco sono: Teresiano; Lombardo-Veneto; Cessato.
Le collocazioni delle mappe recano il suffisso 00_ in quanto all'interno della stessa collocazione sono archiviate più soglie catastali, o diverse versioni della medesima soglia.
Le mappe catastali dei comuni sotto elencati - attualmente in provincia di Lecco, ma in precedenza sotto l'amministrazione della provincia di Bergamo - sono di proprietà dell'Archivio di Stato di Bergamo. Si prega di tenerne conto ai fini di una corretta citazione dei materiali consultati.
Calolziocorte (codice ISTAT 97013); Carenno (codice ISTAT 97014); Erve (codice ISTAT 97034); Monte Marenzo (codice ISTAT 97052); Torre de' Busi (codice ISTAT 97080); Vercurago (codice ISTAT 97086).

I catasti presenti per il territorio della Provincia di Cremona sono: Teresiano (non presente per tutti i toponimi); Lombardo-Veneto; Cessato.
Le collocazioni delle mappe recano il suffisso 00_ in quanto all'interno della stessa collocazione, riferita a un toponimo, sono archiviate tutte le soglie catastali presenti per quel toponimo.

I catasti presenti per il territorio della Provincia di Mantova sono: Teresiano; Napoleonico (per i toponimi che non hanno il Catasto Teresiano); Lombardo-Veneto; Cessato.
Le collocazioni delle mappe recano il suffisso 00_ in quanto all'interno della stessa collocazione sono archiviate più soglie catastali, o diverse versioni della medesima soglia. Si segnala che i comuni di San Giacomo delle Segnate (codice ISTAT 20056) e San Giovanni del Dosso (codice ISTAT 20058) all'epoca dei rilevamenti catastali facevano parte del comune di Quistello. Inserendo i nomi dei due comuni nel campo di ricerca "Toponimo Attuale" si verrà automaticamente indirizzati verso le mappe di Quistello.

Indicativamente, per il territorio della provincia di Pavia è presente il Cessato Catasto.
Le collocazioni delle mappe recano il suffisso 00_ in quanto la datazione è per il momento ancora imprecisa e carente.

Indicativamente, per il territorio della provincia di Sondrio sono presenti i catasti Lombardo-Veneto e Cessato.
Le collocazioni delle mappe recano il suffisso 00_ in quanto la datazione è per il momento ancora imprecisa e carente. All'interno della medesima collocazione possono essere presenti più soglie catastali o rettifiche.

Per il territorio della provincia di Varese è presente il solo Cessato Catasto.
Si segnala che i comuni sottoelencati non hanno mappe (collocazioni): Besnate (codice ISTAT 12012); Casorate Sempione (codice ISTAT 12039); Gorla Maggiore (codice ISTAT 12078).

 

 

 

 

L'accesso alle risorse cartografiche è consentito esclusivamente agli utenti istituzionali attivi dell'Ateneo. Gli utenti esterni, muniti di tessera a pagamento, e gli Alumni possono consultare unicamente le tesi di laurea.
Per maggiori informazioni consulta la Carta dei Servizi alla pagina Policy ASBA.